Categorie
Mostre

Curiose riflessioni. Jean-François Niceron e le anamorfosi.

03-Niceron-Locandina-A3-DEF-1

François Niceron e le anamorfosi. Si apre domani, 7 marzo 2018 e fino al 10 giugno la mostra “Curiose riflessioni. Jean-François Niceron, le anamorfosi e la magia delle immagini”, a cura di Maurizia Cicconi e Michele Di Monte.

L’anamorfismo è un’illusione ottica che ha trovato largo utilizzo nel Barocco. Un’immagine appare inizialmente distorta e soltanto osservandola da un unico punto di vista si riesce a riconoscerla distintamente.

Jean-François Niceron (1613-1646), matematico e teologo in linea con lo spirito del suo tempo orienta il fuoco sulla prospettiva, sull’ottica e sulla matematica, pubblicando nel 1638 il trattato La Perspective curieuse, magie articielle des effets merveilleux de l’optique par la vision directe. Negli stessi anni realizza delle immagini che possono essere osservate soltanto attraverso uno specchio cilindrico. Quattro di questi lavori sono conservati nei depositi di Palazzo Barberini: raramente vengono esposti al pubblico, anche per le oggettive difficoltà di fruizione dell’immagine rappresentata.

In mostra anche due volumi e il famoso “cannocchiale anamorfico” di Niceron, che svelerà al pubblico un’immagine altrimenti impossibile da decifrare.

Informazioni sulla mostra di Jean-François Niceron e le anamorfosi.
SEDE: Roma, Palazzo Barberini, via delle Quattro Fontane, 13
APERTURA AL PUBBLICO: 7 marzo – 10 giugno 2018
ORARI MOSTRA: martedì/domenica 8.30-19.00 (ultimo ingresso ore 18.00)
GIORNI DI CHIUSURA: lunedì
BIGLIETTO MOSTRA: Incluso nel biglietto di ingresso del Museo

24H Drawing Lab

Leggi qui tutti i nostri articoli