Categorie
Il mondo del disegno

Come mai si chiama gomma pane?

11412338_854239354659239_9119301703291893195_n

Come mai si chiama gomma pane?

Oggi parliamo di uno degli strumenti preferiti dai disegnatori: la gomma pane.

Al corso, quando presentiamo il materiale è quella che scatena più curiosità. Morbida, plasmabile e di lunga durata, la gomma pane è uno strumento versatile che serve a rimuovere grafite o carboncino per ottenere raffinati chiaroscuri. La gomma pane non può mancare nel proprio set: una volta scaldata tra le mani può essere impastata moltissimo. Non si consuma e potete strapparne dei pezzi, se avete bisogno di “adsorbere” (rimuovere parti di materia) aree di diversa misura, per poi rimescolare i pezzetti tutti insieme, ottenendo nuovamente una gomma pane tutta intera.

Potete picchiettare con la gomma pane sul foglio, oppure asportare grafite attraverso striature, modularne l’intensità. C’è chi la usa addirittura per realizzare dei piccoli modellini plastici, o per pulire i muri di casa.

Insomma quante cose si possono fare con un piccolo strumento! Quando la gomma pane avrà assorbito troppa grafite o carboncino, diventerà inutilizzabile, ma dovete proprio usarla molto, affinché questo accada.

Ma come mai si chiama gomma pane?

Perché in principio veniva fabbricata con la mollica del pane. Oggi è composta da gomma naturale e olio vegetale vulcanizzato, pomice e antiossidanti, ma un tempo i materiali usati erano davvero molto semplici. Sul web girano ricette per fabbricarla in casa usando mollica di pane e olio di semi. Non sappiamo quale sarà l’effetto sui vostri disegni, ma per fabbricarla dovete mescolare la mollica con una goccia di olio e amalgamare.

Un secondo metodo (certamente più contemporaneo) è quello di cancellare con una normale gomma, del correttore bianco che avrete prima versato su un tavolo. Cancellando si formeranno trucioli di gomma, che mescolandosi al correttore diventeranno impastabili: unite i trucioli e avrete ottenuto la vostra gomma pane.

Che altro dire, buon chiaroscuro!

Di 24H Drawing Lab

Benvenuti nel blog di 24H Drawing Lab: un corso intensivo di disegno destinato a persone che non hanno alcuna preparazione tecnica e hanno il desiderio di incrementare le proprie capacità in poco tempo, ma anche ad esperti che vogliono approfondire metodi innovativi legati alla disciplina del disegno. Basato sul Metodo Edwards, che consente di naturalizzare il gesto del disegnare così come si è naturalizzata la guida o la lettura. Obiettivo del corso è quello di “vedere la soluzione dei problemi” che non ci fanno disegnare bene, comprendendo che saper disegnare vuol dire soprattutto saper osservare. Corsi online e in presenza, di gruppo, individuali e aziendali.

- Costo corso di gruppo: 250,00 euro
- Costo corso individuale: 350,00 euro
- Durata: 24 ore
- Materiale: fornito (e resta tuo)
- Piattaforma usata (versione online): Zoom

E torni gratis ogni volta che vuoi.

Rispondi